HomeNewsMalick Thiaw avrebbe reso così bene se mandato in campo fin da...

Malick Thiaw avrebbe reso così bene se mandato in campo fin da subito? L’analisi

Nelle ultime due partite giocate, il Milan, dopo una lunga crisi di un mese, ha provato a ritrovare se stesso. Il primo tempo con il Torino non aveva convinto tanto i tifosi, ma dal secondo tempo si è rivisto qualche sprazzo del “vecchio“, ma non troppo, Milan Campione d’Italia. Ma c’è un giocatore sopra tutti che ha estasiato il popolo rossonero, nei vari social non si fa altro che parlare di lui, chiamandolo addirittura Thiaw Silva. Stiamo ovviamente parlando di Malick Thiaw.

Il giovane capitano dell’under 21 tedesca, arrivato a fine agosto al Milan, non aveva ancora trovato grandi spazi, sempre tenuto in panchina, ad eccezione dello spezzone contro il Verona (dove aveva salvato il risultato), e le due da titolare contro Cremonese e Fiorentina. Eppure tutto è cambiato dal derby di ritorno in campionato contro l’Inter, perso per 2-0. Thiaw entra al minuto 75 e si prende il compito più difficile: limitare Lukaku. Che dire, il compito è stato svolto alla grande, con l’attaccante belga che aveva il fiato sul collo del numero 28 rossonero fino al fischio finale.

Pioli inizia ad avere più fiducia in lui e parte da titolare nella partita successiva, appunto contro il Torino, dove fa una partita difensiva eccezionale, tenendo la soglia dell’attenzione al massimo per tutti i 90 minuti. Fiducia rinnovata, e posto da titolare conquistato anche per la partita di ieri contro il Tottenham, match valevole come andata degli ottavi di finale di Champions League, dove, nonostante fosse l’esordio nella massima competizione europea, è stato votato dai tifosi rossoneri come migliore in campo con oltre il 76% di preferenze.

Se un lato del web però è contento di questa scoperta e fa i complimenti a dirigente e allenatore, l’altro lato è indignato per non averlo messo subito. Facciamo chiarezza, il modulo utilizzato dal Milan fino a tre partite fa, era il 4-2-3-1, con il quartetto difensivo titolare e che aveva il 100% della fiducia di tutti, sarebbe stato, di conseguenza, molto difficile togliere uno tra Kalulu, Tomori o Kjaer, per far spazio ad un giovane appena arrivato. Nonostante tutto, nella prima parte di stagione, Malick, ha giocato due partite da titolare, ciò vuol dire che Pioli aveva ovviamente capito le sue doti, ma certamente non poteva, e forse neanche voleva, togliere di punto in bianco uno dei titolari dello Scudetto.

L’idea è che Pioli abbia voluto forgiare il giocatore, facendogli anche sudare la maglia, come tutti prima di lui hanno fatto. Se Thiaw fosse stato schierato fin da subito, avrebbe reso così? Ovviamente non lo sapremo mai, ma la sensazione è che su di lui sia stato fatto un grosso lavoro, anche per prepararlo mentalmente e fargli sentire un attimo la pressione. Fatto sta, che il ragazzo sta stupendo tutti, e i tifosi rossoneri davvero iniziano a sognare in lui l’erede di Thiago Silva.

Milan: Paolo Maldini e Stefano Pioli (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Milan: Paolo Maldini e Stefano Pioli (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Altre notizie

Slavia Praga, tutti i biglietti del settore ospiti di San Siro sono esauriti: entusiasmo alle stelle dei tifosi, sold-out in poche ore

C'è grande entusiasmo tra i tifosi dello Slavia Praga per la prima volta a...

Real Madrid, Gullit su Brahim Diaz: “Al Milan non ha sempre giocato così, tornare in Spagna è stata la decisione giusta”

L'annata di Brahim Diaz con la maglia del Real Madrid è impressionante. L'ex numero...

Serie A: l’Inter fatica, ma supera il Genoa a San Siro. Altro episodio arbitrale controverso

Da determinare quando e dove, ma la seconda stella è oramai nerazzurra. L'Inter supera...

Rafael Leao: talento ineguagliabile ma (per ora) inconsistente

Rafael Leao, l'ala portoghese del Milan, è senza dubbio uno dei talenti più puri...

Ultim'ora

Slavia Praga, tutti i biglietti del settore ospiti di San Siro sono esauriti: entusiasmo alle stelle dei tifosi, sold-out in poche ore

C'è grande entusiasmo tra i tifosi dello Slavia Praga per la prima volta a...

Real Madrid, Gullit su Brahim Diaz: “Al Milan non ha sempre giocato così, tornare in Spagna è stata la decisione giusta”

L'annata di Brahim Diaz con la maglia del Real Madrid è impressionante. L'ex numero...

Serie A: l’Inter fatica, ma supera il Genoa a San Siro. Altro episodio arbitrale controverso

Da determinare quando e dove, ma la seconda stella è oramai nerazzurra. L'Inter supera...