HomePrimo PianoMaldini e quel modus operandi simile a Galliani: si vira sugli esuberi...

Maldini e quel modus operandi simile a Galliani: si vira sugli esuberi dei top club?

Paolo Maldini, oltre ad essere stato un leader in campo, lo è diventato anche all’interno della società. E pensare che, inizialmente, c’erano molti dubbi sulla sua figura da dirigente, a causa della sua inesperienza. Lui, però, è cresciuto rapidamente, affiancandosi a gente del calibro di Boban, Massara e Leonardo. Nello specifico, gli ultimi due anni, hanno portato ottimi risultati sia economicamente, che dal punto di vista sportivo, frutto di un lavoro costante e preciso. Grazie alla qualificazione in Champions, Maldini avrà a disposizione un budget sicuramente più ampio rispetto all’ultimo biennio, e potrà puntare su nomi importanti. Il Milan, si augura di ritornare nell’élite del calcio europeo e di rimanerci. A tal proposito è importante riallacciare i rapporti con le società blasonate tanto quanto il Milan. L’ex capitano rossonero, potrebbe seguire le orme di un dirigente che ha fatto la storia del club di via Aldo Rossi, ovvero Adriano Galliani. ln che modo? Con la strategia.

Il Milan studia il piano esuberi:
Il mercato negli ultimi anni, è molto cambiato, si spendono cifre spropositate, per calciatori non all’altezza delle aspettative, che non riescono a trovare spazio e minutaggio, e con questo modus operandi, la dirigenza ha intenzione di andare avanti, per completare la rosa. I principali indiziati sono: Ziyech e Giroud del Chelsea, Isco del Real Madrid, Junior Firpo del Barcellona. L’idea del Milan è quella di avere contatti continui con questi club, per ritagliarsi una corsia preferenziale quando dovranno vendere. Come accaduto nelle ultime sessioni di mercato, i rossoneri hanno cercato di acquisire le prestazioni sportive di calciatori sicuramente molto forti, che, per vari motivi, erano ai margini della rosa dei rispettivi club. Tra tutti Brahim Diaz e Tomori, che hanno convinto appieno l’ambiente rossonero. Da premettere che, anche il ruolo del Milan è cambiato negli ultimi anni. Se prima era pieno zeppo di campioni, ora è una squadra giovane e di prospettiva, che fa del gruppo la sua arma migliore.

La dirigenza ci sta abituando al giusto mix, giovani che ancora devono maturare, con affianco figure importanti, come Ibra e Kjaer. Inoltre, pescare degli esuberi, potrebbe permettere al Milan di regalarsi il campione che tutti i tifosi si aspettano, per affrontare con ancora più entusiasmo il ritorno in Champions League.

Maldini Massara Gazidis - MilanPress, robe dell’altro Diavolo
Milan: Maldini, Gazidis e Massara – Milanpress, robe dell’altro diavolo

 

Altre notizie

VIDEO – Jan-Carlo Simic, leader innato: discorso motivazionale ai compagni prima della semifinale di Youth League

Che cuore la Primavera di Ignazio Abate. Il Milan batte ai calci di rigore...

Primavera, Bartesaghi esulta sui social: “Quant’è bello l’AC Milan, quant’è bello essere noi”

Davide Bartesaghi esulta sui social dopo la vittoria del Milan Primavera sul Porto nella...

Gazzetta, niente Breda: ecco dove giocherà il Milan U23 nella prossima stagione

Il progetto riguardante il Milan U23 prende sempre più forma. Un progetto voluto dalla...

Sky Sport: Kjaer non ci sarà nel derby, attacco ancora da disegnare per Stefano Pioli

Testa al derby, con i grandi enigmi che ne conseguono. Come riporta Sky Sport,...

Ultim'ora

VIDEO – Jan-Carlo Simic, leader innato: discorso motivazionale ai compagni prima della semifinale di Youth League

Che cuore la Primavera di Ignazio Abate. Il Milan batte ai calci di rigore...

Primavera, Bartesaghi esulta sui social: “Quant’è bello l’AC Milan, quant’è bello essere noi”

Davide Bartesaghi esulta sui social dopo la vittoria del Milan Primavera sul Porto nella...

Gazzetta, niente Breda: ecco dove giocherà il Milan U23 nella prossima stagione

Il progetto riguardante il Milan U23 prende sempre più forma. Un progetto voluto dalla...