HomePrimo PianoL’importanza del portiere, l’importanza di Gigio: i numeri di Donnarumma al Milan

L’importanza del portiere, l’importanza di Gigio: i numeri di Donnarumma al Milan

Gianluigi Donnarumma muove i primi passi, anzi, compie le prime parate con il Club Napoli. Nato in una famiglia di portieri, con lo zio Enrico ed il fratello Antonio a fargli da predecessori ed insegnanti, Gigio inizia a giocare che è piccolissimo, ma da quel momento, la porta, diventa casa sua. La prima occasione arriva nel 2009. Memorial Catello Mari, un torneo dei pulcini vinto proprio dalla sua squadra, 1-0 in finale, trascinata da quel portiere così piccolo ma destinato a diventare così grande. Il suo maestro di allora era Ernesto Ferrara, storico preparatore dei portieri che un giorno gli disse: “Diventerai il più forte”. E così fu.

LA STORIA DI GIGIO AL MILAN

La grande chiamata arriva all’età di 14 anni. Si fa avanti il Milan che prevale su tutte le altre concorrenti, Inter in primis, e scrive la prima pagina di una vera e propria storia. La storia di Gigio. Una storia fatta di sogni, parate, numeri, record. Una storia che ancora oggi continua e che per nessun motivo al mondo dovrà e potrà essere cancellata.

Il nuovo inizio risale al 25 Ottobre 2015, una data che non sarà mai normale per Gigio. Sinisa Mihajlovic gli concede l’occasione della vita, l’esordio in Serie A a soli 16 anni e 8 mesi. Lui la sfrutta nel migliore dei modi, prendendosi San Siro e quella porta che non lascia più. Il 31 Gennaio 2016, data dell’ultimo derby vinto in campionato dal Milan, fa il suo esordio in una stracittadina, diventando il giocatore più giovane ad aver giocato un derby di Milano. Poi i trofei, quella Supercoppa vinta da protagonista contro la Juventus, la Nazionale conquistata così presto, ma in fondo Gigio è uno che ha sempre bruciato le tappe.

Il traguardo delle 100 presenze arriva il 15 Aprile 2018 ed anche quella non è una partita normale, diventa il più giovane a raggiungere le 100 apparizioni in Serie A. Di fronte c’è il Napoli, la sua terra, le sue radici. Al 90’ fa una parata senza senso su Milik, salvando il risultato, una parata che rimane ancora negli occhi di tutti. Forse la più bella delle 579 fatte con il Milan in 190 presenze, 3 di media a partita. Quest’anno è il portiere in Serie A che ha tenuto più volte la porta inviolata (10), con il 70,5% di parate, mantenendo sempre la propria media di interventi a partita a 3. La miglior prestazione la fa a Brescia, con 7 parate ed il 100% di conclusioni salvate. Un po’ come la prima con il Club Napoli, vittoria 1-0 di una squadra che forse non ha dominato il gioco, anzi ha spesso subito, ma in porta ha quel fenomeno di nome Gigio e tutto diventa più facile.

L’IMPORTANZA DEL PORTIERE

Le partite con il Milan sono 190 in tutte le competizioni. Una marea per uno così giovane, 190 partite che lo fanno il giocatore con più presenze dell’intera rosa rossonera. Un capitano mancato, un protagonista che fa la differenza e forse uno dei pochi, veri, campioni in squadra. Minuti giocati 17053, 65 clean sheets e 9 rigori parati in tutto questo tempo in cui di strada ne ha fatta. La sua carta d’identità dice che gli anni sono ancora 21, ma da questi numeri si evince, nella maniera più chiara possibile il senso del termine “bruciare le tappe”. Sulla stessa scia di Buffon, di cui è considerato l’erede, Gigio sta scrivendo pagine di storia, che dovranno essere arricchite da altre pagine, altri numeri, magari quelli del rinnovo. La questione è una di quelle che fa più discutere in casa Milan, ma la volontà sembra quella di rimanere nella sua squadra del cuore. In un mare di problemi, in un progetto pronto a partire, la priorità del Milan dovrà essere quella di trattenere Donnarumma. L’importanza del portiere, l’importanza di Gigio, infatti, è forse più grande di tutto il resto.

Altre notizie

Torna la Milan Cup a Cattolica. I dettagli della manifestazione delle academy rossonere

Dopo la straordinaria esperienza dello scorso anno in Romagna, torna a Cattolica la Milan Cup,...

Mercato, l’Atalanta (per ora) non riscatta Holm: Milan e Inter seguono con interesse

Alla ricerca di un terzino destro, il Milan sta valutando vari profili e l'ultimo...

Dalla Spagna: Il Las Palmas vuole Luka Romero, il Milan…

Luka Romero, calciatore argentino di proprietà del Milan, ha appena concluso la sua esperienza...

Milan giovanissimo: mossa azzardata o rischio calcolato? Eppure una figura esperta non sarebbe poi così male…

Il Milan che sarà nella stagione 2024/25 è un'incognita un pò per tutti. Gli...

Ultim'ora

Torna la Milan Cup a Cattolica. I dettagli della manifestazione delle academy rossonere

Dopo la straordinaria esperienza dello scorso anno in Romagna, torna a Cattolica la Milan Cup,...

Mercato, l’Atalanta (per ora) non riscatta Holm: Milan e Inter seguono con interesse

Alla ricerca di un terzino destro, il Milan sta valutando vari profili e l'ultimo...

Dalla Spagna: Il Las Palmas vuole Luka Romero, il Milan…

Luka Romero, calciatore argentino di proprietà del Milan, ha appena concluso la sua esperienza...