Non basta il cuore: Hoffenheim-Milan dimostra che bisogna crescere ancora, ma la strada è quella giusta

Author

Categories

Share

La strada è quella giusta, ma ancora non basta per fare lo step successivo in Women’s Champions League. Hoffenheim-Milan si è chiusa sul risultato di 2-0, grazie alle reti di Brand e Hartig, una 18enne e una 24enne promesse del calcio tedesco al femminile.

Nella prima frazione c’è stata partita, nonostante il predominio territoriale delle biancoblù. Tanto possesso palla, ma la prima occasionissima è di marca rossonera. Al 16′ lancio illuminante in profondità per Thrige Andersen che non riesce a controllare, ma alle sue spalle si avventa sul pallone Thomas che calcia una prima volta e viene ribattuta da Feldkamp, mentre il secondo tentativo trova la fantastica risposta di Tufekovic. 3 minuti dopo annullato un gol al Milan per fuorigioco, dopo un’azione fantastica partita dalla difesa tutta di prima intenzione. Boquete imbuca per Giacinti che, in posizione irregolare, si appoggia su Thrige Andersen: il tiro batte Tufekovic, ma l’assistente alza la bandierina.

La sfida si sblocca al 36′: Billa serve al centro dell’area Corley che non controlla bene, ma il rinvio di Fusetti finisce sui piedi di Brand che insacca facilmente sul secondo palo. Poco dopo si rende protagonista Giuliani di due uscite provvidenziali.

Il secondo tempo inizia senza cambi e l’Hoffenheim raddoppia al 59′. È sempre Billa ad innescare le compagne, questa volta dalla sinistra con un cross preciso per la testa di Hartig: palla nell’angolo e Giuliani battuta. Diversi cambi spezzano un po’ la partita, che vede il Milan tornare protagonista solamente all’80’: cross di Tucceri su punizione, palla che passa in area di porta e termina di poco a lato dopo alcune deviazioni. Non ci sono altre emozioni nel match: le tedesche eliminano le rossonere dalla Women’s Champions League con il risultato di 2-0.

Giacinti (MilanPress)
Milan: Valentina Giacinti – MilanPress, robe dell’altro diavolo

 

Author

Share