HomeNewsVerona-Milan, il doppio ex Maniero: "Domenica tiferò per i rossoneri. La pressione..."

Verona-Milan, il doppio ex Maniero: “Domenica tiferò per i rossoneri. La pressione…”

Il doppio ex della sfida Filippo Maniero ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Gazzetta.it nella quale ha parlato di Hellas Verona-Milan, gara in programma questa domenica sera alle ore 20.45 al Bentegodi. Ecco le sue dichiarazioni.

Sulla sua esperienza rossonera e su Zaccheroni: “Lui portò il Milan al titolo. Noi invece nel ’98 chiudemmo il campionato molto staccati. In finale di Coppa Italia con la Lazio, vincemmo 1-0 l’andata con un gol di Weah ma al ritorno perdemmo 3-1. Delusione. Poi passai al Venezia e si chiuse la mia esperienza rossonera“.

Sul tifo nella gara di questo weekend: “E domenica tiferò per i rossoneri, lo dico senza paura di fare un torto al mio passato gialloblù, perché il Verona in classifica è tranquillo da tempo“.

Su chi l’abbia impressionato di più: “Entrambe, gli obiettivi di inizio stagione erano diversi. Il Verona doveva salvarsi e ha fatto un campionato fantastico, il Milan puntava a tornare in Champions ma aveva rivali più attrezzate nella lotta per la Serie A“.

Su Pioli: “Merito suo, sia chiaro, ha lavorato alla grande, tirando fuori il meglio dal gruppo che aveva a disposizione. Però secondo me Inter, Napoli e Juve avevano qualcosa in più a livello di organico, quindi…“.

Sulla pressione per il tecnico rossonero: “È già sulle sue spalle da un po’, non credo che da qui in poi sarà molto diverso. Deve solo continuare a fare ciò che ha funzionato bene fin qui“.

Sulla fatal Verona: “Ormai fa parte del passato, anche se tradizionalmente non è uno stadio facile per il Milan. Ne so qualcosa, sponda Verona, stavolta. Il Milan ci fece visita e lo rimandammo a casa con un bel 3-1. Fu l’acuto di una stagione deludente, però. Non riuscimmo a evitare la retrocessione. A livello personale andò bene, sì. Segnai 12 gol e mi guadagnai l’interesse di un Parma pieno di fuoriclasse. L’anno successivo arrivai ad assaggiare perfino la Champions League“.

Su Ibrahimovic: “Sarei saggio e capirei che il fisico non mi consente più di giocare sempre. Quindi continuerei, sì, ma adattando il mio ruolo all’interno della squadra“.

Su Investcorp e Tonali: “Conterà molto il parere dei dirigenti, Maldini e Massara. Mi sembra evidente che si debba ripartire da loro e da Pioli, per quanto dimostrato in questi anni. E da Tonali: è il giocatore che mi ha impressionato di più, sarà un punto di riferimento per gli anni a venire. Se devo fare un nome, scelgo lui“.

Milan-Hellas Verona: Olivier Giroud e Lorenzo Montipò (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Milan-Hellas Verona: Olivier Giroud e Lorenzo Montipò (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Altre notizie

Clamoroso retroscena di mercato: Giroud ha rifiutato un club di Premier League

Les jeux sont fait. Si chiudono i giochi di mercato, e la Premier League...

Coppa Italia, l’Inter batte anche l’Atalanta e va in semifinale: ora arriva il derby di campionato

L'Inter vive un momento speciale. Dopo la vittoria con la Cremonese che ha portato...

Di Marzio: Bakayoko-Adana Demirspor, si riapre la pista. Le ultime

Tiemoue Bakayoko è vicino all'Adana Demirspor: un tira e molla che pare essere arrivato...

Milan-Leao, una smentita dopo l’altra. Ma della firma ancora non c’è traccia

Il calciomercato volge al termine ed il Milan, Vasquez a parte - che aveva...

Ultim'ora

Clamoroso retroscena di mercato: Giroud ha rifiutato un club di Premier League

Les jeux sont fait. Si chiudono i giochi di mercato, e la Premier League...

Coppa Italia, l’Inter batte anche l’Atalanta e va in semifinale: ora arriva il derby di campionato

L'Inter vive un momento speciale. Dopo la vittoria con la Cremonese che ha portato...

Di Marzio: Bakayoko-Adana Demirspor, si riapre la pista. Le ultime

Tiemoue Bakayoko è vicino all'Adana Demirspor: un tira e molla che pare essere arrivato...