Giovani, ma non troppo: Ibra cambia le regole

Author

Categories

Share

La linea da seguire sembrava chiara: investimenti mirati, giovani di prospettiva per un futuro – di valore – garantito al Milan. Una ripartenza con speranza, un lavoro per un futuro già scritto, per tornare là, dove il Milan merita. Gazidis sembrava infatti convinto: dopo aver sfiorato il sogno Champions, la comunicazione. Tanti giovani senza esperienza, bandiere nascenti per scrivere la storia. Ancora una volta, dopo anni piatti. Si sa: solo Ibra, tuttavia, avrebbe potuto cambiare le carte in gioco e le regole. Per lui, il Milan ha fatto un passo indietro: serve anche la giusta dose d’esperienza, una colonna portante per lo spogliatoio e per tutti i giovani. Un amore che ritorna, di quelli destinati a non tramontare. Il rinnovo resta però in bilico: Ibra sì o Ibra no, il messaggio è ormai chiaro per tutta la dirigenza. Con i soli giovani, la strada risulta in saluta. Una via impercorribile con poche forze a disposizione: la pedina per l’equilibrio mancante è proprio l’esperienza. Gazidis proverà dunque a convincere lo svedese a rinnovare con i colori rossoneri, in attesa di una chiarezza – necessaria – circa il futuro di Maldini e della squadra dirigenziale. Ibrahimovic non avrebbe infatti gradito le modalità che hanno condotto al licenziamento di Boban, con la piena consapevolezza di essere una pedina più che fondamentale per il presente e il futuro.

La volontà di Ibrahimovic prevede un’altra stagione in campo: in casa Milan, restano però diversi i nodi da sciogliere. Primo, anche per importanza, il tecnico. L’eventuale arrivo di Rangnick, infatti, complicherebbe ulteriormente il rinnovo. Due personalità da primo piano – quelle di Ibra e l’allenatore – la cui convivenza potrebbe compromettere l’armonia della squadra. La volontà di Gazidis sembra chiara: rinnovo di Ibrahimovic, nonostante la linea verde da seguire. Una filosofia che vede coinvolto anche lo stesso Rangnick, la cui preferenza ricade sui giovani di prospettiva. Un futuro da scrivere, ancora una volta senza certezze.

 

Author

Share