HomeNewsFemminile, Asllani: "Felice di essere qui: conosco la storia di questo club...

Femminile, Asllani: “Felice di essere qui: conosco la storia di questo club e voglio vincere. Ibrahimovic-…”

Il neo acquisto del Milan Femminile, l’attaccante svedese Kosovare Asllani, ha rilasciato le primissime dichiarazioni con un’intervista pubblicata sui canali del Milan. Le sue parole:

“Sono emozionata, sono felice di essere qui. Appena sono arrivata qui ho percepito la storia di questo club. Ho molta esperienza da portare alla squadra, ho giocato a livello internazionale per molti anni e spero di poter aiutare la squadra”. 

Mentalità per vincere: “Sono molto esigente, ambiziosa e voglio sempre vincere. Le persone, più che le giocatrici, sono importanti, per raggiungere determinati livelli; oltre a questo serve una mentalità vincente che va creata all’interni della squadra ma che fa già parte di questo club. Dobbiamo crescere passo dopo passo e se andremo nella giusta direzione sono sicura che ci qualificheremo in Champions il prima possibile”. 

Su Ibrahimovic: “Zlatan ha vinto tutto nella carriera, è incredibile. È un giocatore enorme, specialmente per il Milan. Siamo entrambi vincenti e molto esigenti con i compagni, vogliamo sempre vincere. Questa è la mentalità che lui ha portato al Milan e spero di poterla portare anch’io”.

“Voglio aiutare le ragazze a fare lo step successivo, ma le cose non cambiano in un attimo. Ci vuole tempo per costruire una squadra vincente ma non ho dubbi che questo club ci riuscirà: spero di vincere il prima possibile un trofeo con il Milan.

Credo che una grande squadra sia composta da più leader, non è solo chi parla davanti alla squadra ma lo è chi aiuta i compagni e cerca un’empatia con le altre: io sono più una leader nel dare l’esempio lavorando sodo perché se non lo faccio io non posso pretenderlo da nessun altro. Cerco di essere un modello e di comunicare con le altre persone. Sarà importante cercare di conoscere le altre giocatrici il prima possibile, vedremo come andrà l’italiano”.

Sull’Italia: “Ho giocato spesso contro l’Italia, so che gioca un calcio offensivo, di temperamento, aggressivo, c’è questa mentalità di avere sempre il pallino del gioco. Sono contenta di giocare in Serie A, soprattutto ora che è un campionato professionistico, cosa importante per il futuro del calcio Femminile in Italia. Questo campionato sta crescendo. Non vedo l’ora di scendere in campo. 

Altre notizie

Milan, continua il problema disciplinare: con il derby salgono a 8 i cartellini rossi in Serie A

Oltre alle squalifiche per Theo Hernandez, Davide Calabria e Fikayo Tomori, il Milan deve comunque pensare...

Ex Milan, Shevchenko “torna in campo”: parteciperà alla Kings League

Un'altra leggenda del calcio italiano giocherà nella Kings League che si terrà in Messico,...

Coppa Italia, la Juventus è la prima finalista: sconfitta indolore contro la Lazio grazie alla zampata di Milik. Sabato c’è il Milan

Una sconfitta indolore. La Juventus esce battuta dall'Olimpico nella semifinale di ritorno di Coppa...

Milan, salta un possibile candidato per la panchina? L’annuncio del presidente: “Rinnoverà con noi, ma solo ad una condizione”

Il casting per la panchina del Milan nella prossima stagione continua, ma perde un...

Ultim'ora

Milan, continua il problema disciplinare: con il derby salgono a 8 i cartellini rossi in Serie A

Oltre alle squalifiche per Theo Hernandez, Davide Calabria e Fikayo Tomori, il Milan deve comunque pensare...

Ex Milan, Shevchenko “torna in campo”: parteciperà alla Kings League

Un'altra leggenda del calcio italiano giocherà nella Kings League che si terrà in Messico,...

Coppa Italia, la Juventus è la prima finalista: sconfitta indolore contro la Lazio grazie alla zampata di Milik. Sabato c’è il Milan

Una sconfitta indolore. La Juventus esce battuta dall'Olimpico nella semifinale di ritorno di Coppa...