HomePrimo PianoI fantastici quattro: mettili dove vuoi, faranno vincere il Milan

I fantastici quattro: mettili dove vuoi, faranno vincere il Milan

Copia e incolla. La formazione vincente del 2 aprile al Maradona è risultata affidabile, e Stefano Pioli l’ha giustamente riproposta contro un Napoli sempre più battibile nell’ultimo periodo. C’è una chiave di lettura, forse, che può scappare nelle tante ed inaspettate luci di questi due scontri contro i partenopei. I fantastici quattro: interscambiabili, fedelissimi, tecnicamente e tatticamente utili. 

RADE KRUNIC

Si vedono sempre meno scettici sulle qualità del bosniaco. Visto come un giocatore spesso fuori luogo, ha sempre avuto un posto nel modulo di Pioli, qualunque esso sia. Perché sì, il numero 33 si sa adattare. Mettilo trequartista, mezzala o play basso, come accaduto ieri sera. Ecco, chi ha rallentato le giocate degli azzurri è stato lui, gestendo palla senza rischi (uno a centrocampo, ma che numero in mezzo a due!), e soprattutto ricreando equilibrio nei tocchi a breve raggio. 

Milan: Rade Krunic (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Milan: Rade Krunic (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

ISMAEL BENNACER

Clamorosa interpretazione del ruolo. Si è visto decisamente spento contro il suo Empoli nello scorso turno di Serie A, ma nelle due partite contro il Napoli non ha fallito, anzi. Per ovvie ragioni tattiche meno decisivo in fase di regia, ha comunque fatto vedere che la trequarti può essere la prossima tappa della sua evoluzione personale, nettissima sotto ogni punto di vista. Anche quello sotto porta, che gol!

Milan-Napoli: Ismael Bennacer, Mario Rui (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Milan-Napoli: Ismael Bennacer, Mario Rui (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

SANDRO TONALI

Il meno mobile dei quattro, ma il più sostanzioso. In lui c’è sempre stata una crescita nella spinta sulla sinistra, ma guai a toglierlo da quella linea di centrocampo a due, dove funziona alla perfezione. Ha imparato da Leao e da Theo: doti di sprint non di certo alla Gattuso, suo vero idolo. Potrebbe reggere bene da solo anche la mediana, ma con un compagno al suo fianco riesce a dare il meglio per sé e per l’altro. Progetti per il futuro? Se Bennacer e Krunic sono stati sulla trequarti, occhio al suo nome per le prossime candidature (magari in situazioni di emergenza).

Milan: Sandro Tonali (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Milan: Sandro Tonali (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

BRAHIM DIAZ

Quando è in fiducia è il giocatore più decisivo del Milan. Doti tecniche divertenti per il pubblico, intelligenza tattica (schierato sulla destra dal primo minuto, svaria centralmente che è un piacere) e soprattutto piedi buoni per le ripartenze. Nel suo corridoio si possono trovare gli incubi di Mario Rui e Lobotka, già preso in giro a casa sua. Ci ha fatto aspettare, ma ora si può considerare il trequartista tuttofare che serviva a Stefano Pioli. Da anni non si vedeva un giocatore del genere in quella posizione, e San Siro se lo vuole tenere stretto.

Milan: Brahim Diaz, Davide Calabria e Ismael Bennacer (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Milan: Brahim Diaz, Davide Calabria e Ismael Bennacer (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Altre notizie

MP – Milan e Napoli, destini incrociati per le panchine: da Conte a Fonseca, passando per Pioli e non solo…

Inutile girarci troppo intorno: la brutta doppia sconfitta patita dal Milan per mano della...

Serie A, pareggio tra Cagliari e Juventus: la classifica aggiornata

È terminata in pareggio la sfida tra il Cagliari di Ranieri e Juventus di...

Ascolti tv, Roma-Milan quarta partita più vista fra quelle trasmesse in chiaro in questa stagione

Buoni ascolti per Roma-Milan, quarto di finale di ritorno di Europa League. La sfida...

Ultim'ora

MP – Milan e Napoli, destini incrociati per le panchine: da Conte a Fonseca, passando per Pioli e non solo…

Inutile girarci troppo intorno: la brutta doppia sconfitta patita dal Milan per mano della...

Serie A, pareggio tra Cagliari e Juventus: la classifica aggiornata

È terminata in pareggio la sfida tra il Cagliari di Ranieri e Juventus di...