I duelli di Napoli-Milan, da Ibrahimovic-Koulibaly a Mertens-Romagnoli

Author

Categories

Share

Napoli-Milan non sarà mai una sfida come le altre. Non lo era alla fine degli anni ’80 quando le due squadre si contendevano lo scudetto e non lo è oggi visto che le due squadre sono in cima alla classifica. Gara particolare per l’allenatore azzurro Gennaro Gattuso, bandiera e idolo dei tifosi del Milan degli anni ’90 e 2000. Sulla panchina rossonera siederà invece Daniele Bonera a causa della positività di Stefano Pioli e del suo vice Murelli. Come riporta Tuttosport la sfida di questa sera passa attraverso cinque duelli fondamentali.

KOULIBALY-IBRAHIMOVIC: Un vero scontro tra titani, i due pesi massimi sono il simbolo delle due società a livello europeo. Lo svedese stella indiscussa e leader tecnico della squadra di Pioli. Il senegalese è invece il perno difensivo dei partenopei, a lungo corteggiato questa estate dal City di Pep Guardiola. Quasi 200 kg in campo sommando il peso dei due, che li vedrà coinvolti in uno scontro titanico. Nell’ultimo match del 12 Luglio i due giocatori si sono sostanzialmente annullati, con il difensore che riuscì a non far segnare lo svedese. Un Ibrahimovic totalmente diverso da quello che stiamo ammirando oggi, capocannoniere del campionato con 8 gol.

MANOLAS-REBIC: Altro duello fondamentale sarà quello tra il difensore greco e l’attaccante croato. Rebic è al rientro tra i titolari dopo l’assenza forzata causata da un problema alla spalla. Seppure l’esterno rossonero agisca su tutta la fascia, infatti si troverà diverse volte a tagliare il campo affiancando Zlatan Ibrahimovic in una posizione più da seconda punta e a buttarsi negli spazi che lo svedese gli lascia. Sarà quindi compito di Manolas arginare i continui cambi di direzione e le incursioni del rossonero.

BAKAYOKO-KESSIÈ: Ennesimo duello tra giganti quello tra i centrocampisti che stanno facendo la fortuna di Napoli e Milan. Bakayoko, smaltita la febbre di questi giorni, ritorna infatti al centro del gioco di Gennaro Gattuso che lo reputa uno degli insostituibili della squadra. L’ex rossonero infatti è il pilastro della mediana, e grazie al suo lavoro riesce a dare equilibrio agli schemi offensivi napoletani. Altro discorso invece per il “Presidente” Kessiè uomo rigenerato dalla cura Pioli, che ora dovrà calarsi di nuovo come rigorista.

INSIGNE-CALABRIA: I due nazionali si sfidano in quello che probabilmente sarà il duello chiave della partita. Un Insigne rigenerato dopo le partite in Nazionale e che si è lasciato alle spalle i piccoli infortuni che ne hanno minato la crescita in questa stagione. Si ritroverà davanti un Davide Calabria mai così in forma come in quest’anno. La crescita del terzino è stata esponenziale tanto da meritarsi una convocazione nella Nazionale di Roberto Mancini.

MERTENS-ROMAGNOLI: Toccherà al capitano rossonero il compito di arginare il folletto belga che prende il posto di Osimhen infortunatosi alla spalla, al centro dell’attacco. Il numero 14 è andato sempre a segno al San Paolo negli ultimi due precedenti. Romagnoli, finora non fortunatissimo dopo il recupero dall’infortunio, è reduce da qualche partita sotto tono.

Napoli: Gennaro Gattuso - Milanpress, robe dell'altro diavolo
Napoli: Gennaro Gattuso – Milanpress, robe dell’altro diavolo

Author

Share