HomeNewsCostacurta: "Pioli ricorda molto Ancelotti: per me è lui l'uomo Scudetto. Leao?...

Costacurta: “Pioli ricorda molto Ancelotti: per me è lui l’uomo Scudetto. Leao? Se non rinnova il Milan saprà trovare un sostituto”

Billy Costacurta ha rilasciato una lunga intervista a Tuttosport in cui ha parlato anche molto di Milan. Costacurta è partito parlando di Pioli, per passare poi a Leao, Ibra e la lotta Scudetto, ma anche di Champions League, De Ketelaere e il duo offensivo Ibrahimovic-Giroud; queste le parole di Costacurta:

Sul 2022: “Il 2022 è stato l’anno del Milan, anche se da metà agosto il Napoli sta facendo qualcosa di straordinario. Ma i cinque mesi iniziali dei rossoneri sono stati eccezionali, hanno giocato bene e, se pur inaspettatamente, hanno vinto con merito il campionato”.

Su Pioli: “Mi ricordo quando arrivò nell’ottobre 2019 cosa si diceva di lui, che non avesse mai vinto il campionato che era per alcuni un limite per guidare una squadra come il Milan. Ha fatto il suo percorso, è cresciuto e per questo lo scelgo come il personaggio dello Scudetto”.

Se è sorpreso da Pioli o Maldini: “Non trovo sorprendente nessuno dei due. Paolo lo conosco da 40 anni, so bene chi è e cosa poteva dare, non avevo dubbi che potesse essere un ottimo dirigente. La cosa sorprendente, semmai, è, che sia rimasto fuori da questo mondo per così tanto tempo”.

Su un paragone con Ancelotti: “Un paragone che ci sta benissimo. Entrambi, emiliani delle stesse zone, quando sono arrivati al Milan non avevano un’etichetta vincente. Carlo grazie al suo carattere aveva saputo costruire un grande gruppo e in questo Stefano lo ricorda molto: ha creato empatia con tutti i suoi giocatori. Hanno davvero molte cose in comune”. Un confronto che non può che essere uno stimolo per Pioli che spera di poter raggiungere gli obiettivi che anche Ancelotti ha raggiunto a Milanello”.

Su De Ketelaere: “E’ giusto aspettarlo, come hanno ripetuto sia Paolo che Pioli, però il belga è mancato nel carattere e deve dimostrare di averlo. Io capisco le difficoltà per il cambio di città, di ambiente, del sistema di gioco e del tipo di calcio. Vedremo come tornerà dal Mondiale”.

Se è possibile i rossoneri aprano un ciclo: “Assolutamente si – dice Costacurta -. Il lavoro svolto dalla società rossonera è molto interessante e dal mio punto di vista questo Milan ha la possibilità di partecipare alla Champions League per i prossimi 4-5 anni”.

Sul Napoli: “Il problema, per il Napoli, sarà come sempre la pressione quando le partite inizieranno a contare ed è una situazione che oggi non possiamo prevedere”.

Sul sorteggio di Champions: “Sia Milan che Inter sono state fortunate: non tanto per il valore di Tottenham e Porto, quanto per chi hanno evitato nel sorteggio. Possono passare il turno”.

Su Leao: “C’è un limite a tutto e il Milan con questa dirigenza ha fissato dei limiti. Se Leao non dovesse accettare la proposta di rinnovo che gli verrà sottoposta, allora andrà dove vorrà lui. Mi piace questa filosofia del Milan. Se Leao dovesse disputare un grande Mondiale e si presentasse una squadra con un’offerta importante, io sarei per darlo via subito. Maldini e Massara saprebbero trovare dei sostituti all’altezza per rimanere a determinati livelli”.

Sul ritorno di Ibrahimovic: “Mi aspetto il suo solito apporto. Giroud sta facendo il suo, anzi, sta sorprendendo per quanti gol ha segnato pensando alla sua storia. Per me, Zlatan al 50% è comunque più forte di Giroud”.

Costacurta
Alessandro Costacurta – MilanPress, robe dell’altro diavolo

Altre notizie

Cordoba su Shevchenko: “Un attaccante incrediIbile, ma Ronaldo…”

Intervistato da Affari Italiani, Ivan Ramiro Cordoba, ex centrocampista dell'Inter ha parlato degli attaccanti...

Ajax, Lucca: “Ibrahimovic è il mio idolo, la mia fonte di ispirazione”

Lorenzo Lucca, giovane attaccante di proprietà dell'Ajax in passato spesso accostato anche al Milan,...

Francia agli ottavi, il Milan si congratula con Hernandez e Giroud: “Avete avuto un ruolo importante”

La Francia è la prima squadra a qualificarsi agli ottavi di finale dei Mondiali...

Arriva un record per Theo Hernandez. Ecco di cosa si tratta

Brilla Theo Hernandez nella sua prima gara da titolare con la Francia ai Mondiali....

Ultim'ora

Cordoba su Shevchenko: “Un attaccante incrediIbile, ma Ronaldo…”

Intervistato da Affari Italiani, Ivan Ramiro Cordoba, ex centrocampista dell'Inter ha parlato degli attaccanti...

Ajax, Lucca: “Ibrahimovic è il mio idolo, la mia fonte di ispirazione”

Lorenzo Lucca, giovane attaccante di proprietà dell'Ajax in passato spesso accostato anche al Milan,...

Francia agli ottavi, il Milan si congratula con Hernandez e Giroud: “Avete avuto un ruolo importante”

La Francia è la prima squadra a qualificarsi agli ottavi di finale dei Mondiali...