Brahim Diaz: “Lo spirito e la passione di Pioli mi hanno fatto crescere. Scudetto? Noi siamo il Milan…”

Author

Categories

Share

Il trequartista del Milan Brahim Diaz è stato protagonista questo pomeriggio di un’intervista a La Pizarra de Quintana, trasmissione in onda sulle frequenze di Radio Marca. Queste le dichiarazioni del numero 10 rossonero, Brahim Diaz: “Sto facendo quello che mi piace di più, giocare a calcio e divertirmi in campo. Sono molto contento di come è iniziata la stagione e voglio continuare a giocare ad alto livello. Quando hai quella continuità ti senti più sicuro, anche fisicamente ti senti meglio. È molto importante. Ho sempre creduto in me stesso, che anche questo è un talento, e devi continuare a questo livello per continuare a dare più cose possibili alla squadra“.

Diaz prosegue: “Mi piace ricevere palla sui piedi, affrontare l’avversario e creare pericolo. Mi piace giocare tra le linee, girarmi e avere quella visione. Gol e assist aiutano e questo ti rende più decisivo. Io sto cercando di arrivare molto di più in zona gol, dove sono sempre stato, e questo è molto importante. Bisogna essere ambiziosi, sempre con lavoro e umiltà. Abbiamo una squadra abbastanza buona e io sono un centrocampista a cui piace far rendere al meglio i suoi compagni. Ambidestro? È qualcosa di innato. Sinceramente, l’unica cosa che ricordo quando avevo quattro o cinque anni è che avevo già un pallone tra i piedi. Mi piaceva giocare da solo, perché avevo bisogno di un pallone solo per me stesso (ride, ndr), ho chiesto alla mia famiglia e mi hanno detto che è una cosa che ho sempre avuto. Da piccolo avevo un allenatore che ci faceva indossare un calzino bianco e uno nero, uno era quello buono e l’altro era quello cattivo, e ho fatto gli stessi esercizi con entrambi i piedi“.

Ancora Brahim Diaz: “All’interno del campo mi sento più a mio agio perché si vedono più spazi. Ho una buona gamba e la capacità di giocare con entrambi i piedi mi permette di farlo da entrambi i lati. Io preferisco giocare al centro, ma sempre dove mi mette il mister. Il modo migliore per difendere la palla è averla, avere il possesso è anche un modo di difendersi. Questa è una cosa che ho imparato con Guardiola, ho avuto allenatori molto bravi. La nostra squadra è molto buona, molto compatta, ci piace attaccare velocemente e avere palla. Abbiamo un gioco vario in cui possiamo avere palla, ma anche arrivare con due o tre tocchi nell’area avversaria. Abbiamo giocatori con una velocità incredibile e questo rende il mio gioco più facile. Pioli è un ottimo allenatore. Mi ha fatto crescere, mi ha aiutato molto nel gioco e il suo spirito nello spogliatoio, la sua passione per il gioco, si sposa molto bene con i giocatori che ha. Nei suoi confronti ci sono solo parole buone. Stiamo facendo un ottimo inizio di campionato e anche l’ultima partita è stata molto buona“.

Diaz conclude: “Amo guardare il calcio, ci sono tanti calciatori di talento che fanno la differenza. Non ci sono più squadre che si chiudono dietro, ma giocano a viso aperto. In Italia penso all’Atalanta, o anche all’Hellas Verona, che ora giocherà contro di noi.. Il calcio è cambiato in meglio in Italia e il talento si vede e si nota, anche se c’è pure quella parte più tattica. Mi piace molto questo calcio, lo amo, mi trovo molto bene qui. Ibrahimovic? La prima volta che sono entrato negli spogliatoi, il primo che ho incontrato è stato Ibra. E’ incredibile perché aiuta tutti i compagni e pretende il massimo da te. È un leader dentro e fuori dal campo e il mio rapporto con lui è molto buono. Ama il mio calcio e pretende di più da me perché dice che ho molto talento. Continua a fare la differenza. Obiettivo Scudetto? Siamo partiti molto bene e lo Scudetto è un obiettivo, perché noi siamo il Milan. Dobbiamo pensare partita per partita e continuare con questa attitudine. Ognuno contribuisce con il suo granello di sabbia, il gruppo è molto unito. È un campionato molto competitivo. Arrivare in Nazionale? E’ un orgoglio rappresentare il proprio Paese, è qualcosa di unico. Devo continuare a lavorare come sto facendo perché questa opportunità arrivi“.

Milan: Brahim Diaz (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)
Milan: Brahim Diaz (Photo Credit: Agenzia Fotogramma)

Author

Share