Abbiati: “Di Maignan mi piacciono la sicurezza e personalità. Donnarumma? Forse aveva fretta di vincere…”

Categories

L’ex portiere rossonero Christian Abbiati ha parlato ai microfoni di SportWeek: “Maignan? Sarò sincero non lo avevo mai visto giocare. Quando è arrivato sono andato a curiosare su YouTube ma dopo l’ho visto dal vivo contro la Juve e nel derby di ritorno. Mi piace molto per la sua sicurezza e personalità che mostra non solo tra i pali ma in tutta l’area di rigore. Partecipa al gioco di squadra, raramente butta via il pallone e si muove in armonia con i difensori. Mi colpisce la sua grande agilità: i manifesti sono le parate su Cabral e Hernani. I suoi riflessi e i tempi di reazione ridottissimi, oltre che l’elasticità muscolare che gli permettono di aver sempre una buona posizione. A 26 anni, comunque, ha ancora margini di miglioramento. Perfetto per il Milan di Pioli. Dida e Ragno mi hanno detto che a Mike piace lavorare tanto, ha una mentalità da Milan.”

Abbiati ha parlato anche dell’ex portiere rossonero Gigio Donnarumma: “Io non me ne sarei andato perché Milano è la mia città ed ero già in una grande squadra. Forse Donnarumma aveva fretta di vincere. C’è riuscito anche se l’obiettivo era la Champions. Ha dovuto dividere la porta con Navas ma la sua scelta va rispettata“.

Christian Abbiati - Milanpress, robe dell'altro diavolo
Christian Abbiati – Milanpress, robe dell’altro diavolo

Autore

condividi